Garanzia Giovani! Il grande bluff!

Si pensò che con l’intervento dell’Unione europeo che stanziò un miliardo e mezzo di euro per un piano chiamato Garanzia Giovani, per la lotta contro la disoccupazione giovanile in Italia si risolvesse almeno in parte il problema. Questo piano prevede che i giovani possano trovare un posto di lavoro o un percorso formativo con corsi di formazione, entro pochi mesi, ma la realtà è ben diversa. Per aderire al progetto, che è rivolto ai giovani inoccupati dell’età dai quindici ai ventinove anni, ci si deve iscrivere online per poi poter essere contattati dai centri per l’impiego. In questo filmato vediamo che la realtà è ben diversa da com’è fatta credere. Con la telecamera nascosta una ragazza entra in un centro per l’impiego per presentarsi al colloquio, quello che le è detto dall’impiegata è sconvolgente. Sentiamo la testimonianza di un ragazzo che aderisce al progetto da ben tre mesi e ancora non ha percepito lo stipendio. I soldi sono stati stanziati, ma dove vanno a finire realmente? Una domanda che si chiederanno molti, per capire meglio chi ci sta guadagnando davvero bisogna andare più in fondo alla questione. Ci sono molteplici agenzie di lavoro come la Manpower e anche loro come possiamo sentire nell’intervista guadagnano sulle iscrizioni. E alla fine siamo sempre alla solita storia Italiana, dopo che hanno mangiato tutti, cosa resta ai giovani?
Autore LENA85
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!