I dolci dei morti in Sicilia!

In tutta la Sicilia il due Novembre di ogni anno, ossia per la ricorrenza della commemorazione dei defunti è una festa molto sentita. Si tratta di una vera e propria tradizione che ha radici antiche non soltanto nella nostra isola ma anche in altre parti d'Italia, mentre nei Paesi anglosassoni si festeggia Halloween.

La festa dei morti è particolarmente sentita per i più piccoli infatti secondo antichissime tradizioni la sera tra il primo e il due novembre i defunti si recano nelle abitazioni dei propri cari ancora in vita per donare ai piccoli dolci e altre cose da mangiare. Naturalmente in Sicilia c'è l'imbarazzo della scelta nei dolci che vengono preparati in occasione di questa ricorrenza, infatti in questo meraviglioso video vedrete scorrere una carrellata.

Tra i più conosciuti e più richiesti ci sono: "i crozzi ‘i mottu", ovvero le ossa di morto, poi i "Tetù bianchi e marroni", i primi sono dei biscotti con la velata di zucchero, mentre i secondi con la glassa di polvere di cacao, poi "gli ‘nZuddi" e "i pipareddi". In realtà non sono i defunti a portare questi doni ma i propri genitori e parenti che oltre a questi dolci nella cesta aggiungono frutta secca, cioccolattini, frutta martorana, "i Pupi ri zuccaru" ossia delle statuette di zucchero dipinte. Ma nella nostra bella isola non ci sono soltanto dolci come doni, infatti in alcune zone viene preparata la cosiddetta "muffuletta cunzata", si tratta di una piccola pagnotta di pane farcita con leccornie siciliane.
Autore calogero82
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!