Neuroscienze Fai da Te: Resuscita un insetto morto con qualche chip

E' stato chiamato RoboRoach ed è nella sua versione Beta. Ebbene si qualcuno ha resuscitato in casa unon scarafaggio morto con la tecnica dei chip e dell'elettrostimolazione guidata. E' cosi che lo scarafaggio è riuscito a muoversi, camminare, correre e muovere le antenne.
Siamo nell'era di Frankeistein ma quello che è scioccante e che è stato fatto tutto in casa!

Roboroach si inserisce nella categoria BIO-HACKING con estrema facilità e non è certo l'unico progetto di questo tipo.
In realtà si tratta di un progetto che ha già alcuni anni, pubblicato su Kickstarter.
Il tutorial progetto permette diresuscitare un insetto come se si guida un animale all'interno di una sessione di videogioco.
Nel tempo si è creato un vero e proprio KIT. Non è uno scherzo, si vendeva a circa 99 dollari, e con questo prezzo potevi crearti la tua blatta telecomandata. Ne usci un'altra versione volante usando una specie dotata di ali.

Le strutture animaliste come pensate si sono mosse sul piede di guerra in tutto il mondo, ma forse coloro non sanno che da decenni la ricerca fa sperimentazioni assurde su animali e non solo, sfruttando la capacità delle neurocellule di fondersi con i chip in silicio, come se fossero nate per questo.
Cercando su internet potete trovare una conferenza tradotta in italiano dove si afferma la possibilità di fondere il cervello con dei chip in silicio, aprendo così le porte ufficialmente alla biocibernetica.
Autore videopazzesco
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!