Rally di Sanremo 1976.

E' l'anno della Lancia, tripletta al Montecarlo, vittoria al Portogallo, addirittura poker al Sanremo e che poker. Ottava prova di campionato, 130 piloti al via, i top driver sono ristretti a tre squadre, Lancia,Fiat e Opel, le Stratos ufficiali dotate del motore a 24 v sono condotte da Munari, Waldegaard e Pinto. Parte la corsa, ci vuole poco perché la gara si trasformi in un duello tra le Stratos HF di Sandro Munari e Björn Waldegård, era una bestia, aveva l'aspetto di una macchina vecchia, lùma la forma e il rumore erano spettacolari. Se ti trovavi su una montagna a 6 Km di distanza, durante la partenza di una tappa, la potevi sentire. A Sanremo hanno fatto 1°,2°,3°e 4° quattro Stratos, la Stratos aveva i cofani leggerissimi si vedeva in trasparenza le gomme, la frizione bidisco, le gomme larghe, quando e partito Waldegard il cofano vibrava e quando ha mollato la frizione, incredibile, un rumore pazzesco, una cosa che ora non provi più perché le auto turbo fanno rumore di turbina, vanno più forte ma il rumore della Stratos e un altra cosa. Cesare Fiorio allora ordina ai suoi di cessare le ostilità, la consegna e precisa, devono arrivare precisamente alla pari al via dell'ultima speciale, e un finale incandescente, sale la tensione, cosi il pilota Italiano ricorda quell'episodio; prima dell'angan Fiorio chiamò me e Waldegar e propose di giocarci la vittoria a testa e croce con la monetina, lo Svedese era più che d'accordo sapeva che sul campo le avrebbe prese, io invece volevo giocarmela in prova, Bianchi doveva tener fermo Waldegard per i 4 secondi che aveva di vantaggio per metterci in perfetta parità, ma io avevo già compiuto un errore madornale, avevo chiesto di togliere una tacca di barra anti rollio per aumentare lievemente il sovrasterzo della vettura visto il tipo di prova, ma poi la macchina nelle curve veloci si intraversava troppo e mi fece perdere decimi di secondo preziosi, è un errore tattico decisivo quello di Munari che viene penalizzato anche dal motore, il pilota Italiano e convinto che il suo è spompato, sgonfio, Gianni Tonti il motorista Lancia accetterà in seguito di provarlo al banco, tutto vero sono 20 i CV in meno dello standard, Sandro Munari ha ragione, rimane così una macchia sulla vittoria di Waldegard.
Autore Jacko4
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!