Giovane ragazza si sfoga e parla del presidente Poroshenko - Guerra Ucraina

Dal Forte Russo, il video che ritrae la testimonianza di una giovane ragazza ucraina sull'oligarca, presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko.

L'intervento della giovane ha avuto luogo all'inizio di febbraio dello scorso anno in un villaggio dell'Ucraina, dove si destano le proteste "contro la politica della Giunta nazista di Kiev che costringe gli uomini ad andare in guerra e ammazzare i propri fratelli" … per il mero profitto "degli oligarchi che hanno preso il potere con il colpo di stato del Maidan".

Col nodo in gola, la ragazza, aspirante giornalista, figlia di un uomo richiamato nell'esercito per una guerra che, tra loro, nessuno vuole, si confida: "Ditemi per cosa e per chi? Per quei ricconi? Scusatemi ma io vivo in una città tranquilla e pacifica in un villaggio tranquillo, e mio padre dovrebbe andare a sparare ai suoi fratelli? Siamo sulle tombe dei nostri nonni e bisnonni che hanno combattuto purché noi vivessimo in pace. ... E cosa abbiamo adesso? Adesso i nostri zii, padri, nonni vanno a combattere semplicemente per quelle persone bramose di denaro … che si stanno rimpinguando i loro enormi conti in banca con questa guerra. Per cosa mio padre deve andare adesso a combattere? Per chi?".

Tanta la confusione creata dai mass-media, generando la televisione distorsioni della realtà secondo la politica di appartenenza, mentre è in atto una guerra civile, che "non è tra le persone ma tra i Governi", dove ad andarci di mezzo è la povera gente. Ogni emittente è di parte. "La Russia fa vedere una cosa, l'Ucraina un'altra".

Una guerra che continuando a diffondersi non farà altro che alimentare guerra e a portare l'uno a sbranarsi contro l'altro, conclude la ragazza ucraina: "... Perché qui ci sono uomini e donne che sono pronti a combattere per la propria famiglia e non per quegli oligarchi!".

Autore eclidor
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!